PARIS


Quasi una fantasia
le strade lubriche di Montparnasse
quando la pioggia cade fitta d'autunno,
quasi una fantasia
il Bois de Boulogne nella nebbia
densa che vela di una dolce irrealtà
gli ontani leggieri.
Quasi un sogno
il ricordo dei giorni trascorsi
alla ricerca di nuovi arrondissment
e le notti nostalgiche al Sacre Coeur
dove par d'abbracciare la città
che brilla di luci sfolgoranti.
Secoli di storia ascoltare dal selciato
di Place de la Concorde
e immaginare attimi tremendi,
giorni di sangue.
E di sera perdersi nei giardini
delle Tuilerie
o guardare la bella gotica signora
come merletto sotto gyuochi di luce



0 commenti: