Mondo infame

Dove un semplice attorucolo della celluloide vale più di un vate

0 commenti: